Domenica, 19 Novembre 2017
 
banner CCDU Portale Annunci Immobiliari
  Servizi Immobiliari Chi Siamo | Contatti | Mediarecord Network
 
 
immobili_vendita_terreni_edificabili
case_ville_pregio
case_vacanze
hotel
grandi_operazioni_immobiliari
attività_commerciali
news
legislazione_immobiliare
fisco_tributi
  AGGIUNGI AI PREFERITI
Agenzie Immobiliari Mediarecord:
V.le Vittorio Veneto n. 43
22070 Cirimido (CO)
Italia
Tel.: +39 031 93 75 34
P.I.: 03014400133
My status
  Home > News > Elenco News Mediarecord > dettaglio  
Storie d'ordinaria ingiustizia fra cittadino e Agenzia delle Entrate
Torna alla lista News    
Malcapitati cittadini onesti che pur avendo fatto il loro dovere, nel pagamento delle imposte sulla compravendita di immobili, sono costretti a subire l'arroganza dello Stato tramite l'Agenzia delle Entrate
Bonini Crocifisso

Sono veramente arrabbiato, in anni e anni di lavoro come agente immobiliare non mi era mai capitata una cosa del genere!!!


Nel 2009 ho effettuato una vendita nel Comune di Fenegrò, l'affare è stato chiuso per la somma di 320.000 euro. L'incarico di mediazione l'avevo acquisito a 350.000 euro ma purtroppo l'immobile non destava interesse anche perchè era locato e nessuno desiderava acquistarlo nemmeno l'inquilino stesso. Dopo un bel po di lavoro da parte mia e del mio Gruppo, finalmente trovo un cliente e chiudo l'affare alla cifra suddetta.


Recentemente l'Agenzia delle Entrate invia al cliente acquirente dell'immobile di Fenegrò un avviso per aver evaso imposte per poco più di 8.000 euro poichè secondo loro l'immobile in questione avrebbe un valore di mercato di 399.000 euro.


Ok, il cliente viene da me disperato, facendomi vedere il tutto e così andiamo assieme a Como a parlare col funzionario responsabile in quale ci dice di fare una relazione, motivandola, dove spieghiamo le nostre ragioni e perchè l'immobile non dovrebbe costare 399.000 euro.....


Incredibile! io cittadino devo motivare una vendita effettuata in modo onesto e al miglior offerente e mi devo difendere da chi in teoria dovrebbe lavorare per i cittadini onesti... e la cosa più incredibile è che io e non loro, devo dimostrare il più probabile valore di mercato anche perchè loro si arrogano un diritto che solo Dio e il libero mercato potrebbe avere!


Quindi riassumo: una vendita effettiva viene fatta a 320.000 euro, arriva lo stato e mi dice: e no amico mio!!! l'immobile da te comprato vale 399.000. Ok, questo diritto potrei anche concederlo, mi sento buono oggi, però Tu Stato mi devi dare il diritto di dire all'Agenzia delle Entrate: ok, pagamelo anche 10.000 euro in meno che te lo cedo, anzi anche 20.000. Lo vuoi?  E no!!! questo non può essere fatto.


Bene, a questo punto faccio una relazione tecnica (sono un agente immobiliare da parecchi anni), faccio notare che sull'atto notarile il notaio aveva omesso che la compravendita era avvenuta su un immobile locato con regolare contratto residenziale (anni 4+4), e ciò, come insegnano i testi di settore, degrada il prezzo sino al 25%. Faccio notare che la struttura è adiacente a dei capannoni e ciò degrada ulteriormente il probabile valore, che si trova su una strada con un buon livello di traffico e quindi di rumore, inquinamento etc. etc. Insomma ho scritto la rana e la fava e abbiamo portato il tutto all'Agenzia delle Entrate. Il funzionario prende il documento e ci da un nuovo appuntamento dicendoci che avrebbero letto le nostre motivazioni e che ci avrebbero fatto una proposta.


La faccio breve, oggi siamo andati a Como e la proposta che ci hanno fatto è stato uno sconto del 39% circa. Il cliente dovrà comunque pagare una somma di oltre 4.000 euro!!! Ci è stato detto chiaramente che se non siamo d'accordo possiamo fare ricorso. Questa, detto per inciso, è una procedura dove un Giudice tributario dovrà decidere e se a qualcuno questa sentenza non dovesse andare bene si può ricorrere in Regione e, per farla breve, un cittadino deve stare in ballo chissà per quanto tempo come se non avesse da lavorare e portare avanti la baracca in questi tempi bui... Morale della favola il cliente paga. Conviene pagare e loro, ovviamente, lo sanno!!!!!


QUESTO E' MOSTRUOSAMENTE GRAVE!!!!! LO STATO SI ARROGA IL DIRITTO DI DEFINIRE I PREZZI DI MERCATO O MEGLIO, DEL LIBERO MERCATO!!! A QUESTO PUNTO PROPORREI DI CAMBIARE DEFINIZIONE DELLA PAROLA "LIBERO MERCATO", CONTATTIAMO LA GARZANTI, ZANICHELLI, SABATINI COLETTI, DEVOTO OLI E CHIUNQUE PRODUCA DIZIONARI E ALLA VOCE "LIBERO MERCATO" FACCIAMO SCRIVERE:" IL PIU' PROBABILE PREZZO CHE DECIDERA' L'AGENZIA DELLE ENTRATE"


PAZZESCO!!!!!!!!!!!

Torna alla lista News    
MEDIARECORD - Servizi Immobiliari Copyright 2009 - All rights reserved | Disclaimer | Privacy | Mappa del sito