Domenica, 19 Novembre 2017
 
banner CCDU Portale Annunci Immobiliari
  Servizi Immobiliari Chi Siamo | Contatti | Mediarecord Network
 
 
immobili_vendita_terreni_edificabili
case_ville_pregio
case_vacanze
hotel
grandi_operazioni_immobiliari
attivitą_commerciali
news
legislazione_immobiliare
fisco_tributi
prezzi_immobili_como_provincia
AGGIUNGI IL SITO AI PREFERITI
Agenzie Immobiliari Mediarecord:
Via Volta, 40
22070 Veniano (CO)
Italia
Tel.: +39 031 89 03 28
Tel.: +39 031 93 78 05
Fax: +39 031 93 49 081
P.I.: 03014400133
My status
  home > Legislazione Immobiliare - Condominio > Dettaglio
ABITARE IN CONDOMINIO
Torna alla lista    


Non sono molte le norme di legge che regolano questo aspetto della proprietà immobiliare.
Il codice civile prevede solo gli articoli dal 1117 al 1139, le disposizioni d'attuazione dalla 61 alla 72 e poche leggi speciali.

I beni comuni:
Nello stabile ci sono parti private e parti comuni. Le parti private sono quelle appunto di proprietà privata dei singoli condomini e quindi i singoli gli appartamenti e le pertinenze, come box, cantine, solai.
Le parti comuni sono:

  • il suolo su cui sorge l'edificio

  • i muri maestri e le fondamenta

  • i tetti e le terrazze (non private) che fungono da tetto, dette lastrici solari

  • gli androni, le scale, i ballatoi, i portici, i cortili

  • le lavanderie e gli altri locali comuni

  • la portineria (alloggio del custode compreso)
    tutte le opere che servono al funzionamento della casa, come l'ascensore, gli impianti elettrici, di riscaldamento, idraulici, del gas, di scarico fognario, fino al punto in cui entrano nelle unità

  • immobiliari private.

    Di questi beni, che sono indivisibili, ogni condomino possiede una quota, espressa in millesimi, proporzionale alla sua unità immobiliare. E li può utilizzare liberamente, entro i limiti della propria quota, senza cioè impedirne l'uso, proporzionalmente, agli altri condomini.

L'amministratore.
Le parti comuni vanno mantenute in buono stato. Per questo il condominio nomina un amministratore. L'amministratore è obbligatorio quando i condomini sono più di quattro. L'amministratore può essere anche un condomino; dura in carica un anno; non deve avere alcun particolare requisito; rappresenta il condominio nelle controversie legali e presenta ogni anno il bilancio delle spese e il preventivo per i dodici mesi seguenti. Il principale incarico dell'amministratore è raccogliere fra i condomini il denaro necessario per mandare avanti tutto. In più, egli deve evitare che qualcuno (fra i condomini o un esterno) usi i beni comuni in modo improprio o illecito, e deve regolarne l'uso nell'interesse di tutti. Ma l'amministratore non ha, in realtà, una grande autonomia, perché nell'adempiere alle sue funzioni deve obbedire alle prescrizioni dell'assemblea.

Torna alla lista    
MEDIARECORD - Servizi Immobiliari Copyright 2009 - All rights reserved | Disclaimer | Privacy | Mappa del sito