Lunedì, 25 Settembre 2017
 
banner CCDU Portale Annunci Immobiliari
  Servizi Immobiliari Chi Siamo | Contatti | Mediarecord Network
 
 
immobili_vendita_terreni_edificabili
case_ville_pregio
case_vacanze
hotel
grandi_operazioni_immobiliari
attività_commerciali
news
legislazione_immobiliare
fisco_tributi
prezzi_immobili_como_provincia
AGGIUNGI IL SITO AI PREFERITI
Agenzie Immobiliari Mediarecord:
Via Volta, 40
22070 Veniano (CO)
Italia
Tel.: +39 031 89 03 28
Tel.: +39 031 93 78 05
Fax: +39 031 93 49 081
P.I.: 03014400133
My status
  home > Legislazione Immobiliare - Condominio > Dettaglio
SOTTOTETTI ABITABILI
Torna alla lista    

Per rendere abitabili i sottotetti, in alcune regioni come Lombardia e Liguria,si è provveduto a consentire l'elevazione del colmo del tetto (le travi portanti), al fine di raggiungere le altezze necessarie per rendere agibili i locali. Ma se il regolamento condominiale contrattuale vieta la sopraelevazione, non è possibile eseguire alcun tipo d'intervento che ne espleti l'attuazione.

Viceversa se nel regolamento condominiale contrattuale non è riportato il divieto, anche se il parere dei condomini è contrario, proprietario avrà la facoltà di innalzare il proprio appartamento, purché siano rispettati tre parametri: che la sopraelevazione non comporti un pericolo per la statica dell'immobile; che non tolga luce e aria ai piani sottostanti; che non comprometta l'estetica dell'immobile, causando peraltro una diminuzione del valore architettonico ed economico dell'edificio.

Chi si incarica di effettuare la sopraelevazione, avrà a suo onere anche altri lavori, come per esempio il prolungamento degli scarichi della
canna fumaria la ricostruzione del casotto che ospita l'argano ascensore piuttosto che la ricostruzione del terrazzo con relativa ringhiera di protezione.

Inoltre agli altri condomini dovrà essere versato un pagamento in denaro a titolo d'indennità.

L'importo sarà calcolato in base al valore di mercato dell'area edificabile e suddiviso per il numero dei piani dell'immobile (compreso quello da edificare), detraendo infine la quota spettante a chi sopraeleva.

Vi sono poi casi in cui, nel primo regolamento condominiale, controfirmato da tutti gli inquilini proprietari, può risultare la clausola che spetti esclusivamente alla stessa ditta costruttrice dell'edificio la realizzazione della sopraelevazione richiesta da un inquilino. Qualora la sopraelevazione venga realizzata, in alcuni casi l'impresa edile potrà anche non corrispondere alcuna indennità agli altri inquilini.

Tali clausole potranno però essere impugnate dai condomini davanti al giudice, il cui intervento ne potrebbe constatare il carattere vessatorio.

Torna alla lista    
MEDIARECORD - Servizi Immobiliari Copyright 2009 - All rights reserved | Disclaimer | Privacy | Mappa del sito